Anche Milla sembra essere molto interessata all'uranio e installa nel corpo di De Silva un dispositivo carico di cianuro. Con il passare del tempo è sempre più nervoso per il potere che sta acquisendo sua sorella Rosy in sua mancanza ma lui non può intervenire. Viene ucciso a tradimento dal giudice Pulvirenti mentre stava indagando su Crisalide per conto di Calcaterra. In seguito le Abate fuggono dalla Duomo e Ilaria muore per mano di Rosy che si dà alla fuga: Antonucci e Manetti arrivano appena in ritardo. Viene fatto esplodere da Ettore Ragno contro la squadra Duomo (stagione 6 ep. Africa, interpretato da Marco Leonardi (stagione 1), è anche lui un componente vecchio stampo della Duomo che nel 2006 ha partecipato all'arresto di Bernardo Provenzano. Dopo un primo rapporto scontroso, si legherà sentimentalmente alla donna e si convince che la responsabilità della morte di Leonardo sia della sorella di Lara, Veronica. Si fidanza con l'imprenditore Umberto Nobile nel corso della quarta stagione, ma, scoperto che l'uomo appartiene alla famiglia mafiosa degli Abate, lo convince a costituirsi. Fermo in un parcheggio con la donna che ama, Dante è per l'ultima volta premuroso con lei e le dichiara tutto il suo amore rivelando anche che avrebbe voluto fuggire con lei e avere un figlio soltanto da lei. Goffredo Pulvirenti, interpretato da Massimo Corvo (stagioni 3-6), è il giudice che collabora con la Duomo a partire dalla terza stagione. Proprio durante l'occultamento del crimine, il vicequestore aggiunto Anna Cantalupo e l'ispettore Carlo Nigro arrivano alla villa di Mazzeo per porle alcune domande. Costretta da Licata a collaborare, insieme alla sua squadra, con la Duomo di Palermo, si abitua ben presto ai metodi del vicequestore palermitano e s'innamora di lui. Do not translate text that appears unreliable or low-quality. In cerca di un'affermazione mafiosa, sposa Ilaria Abate, la spietata cugina di Rosy, nonostante sia stato ammaliato da Rosy sin dal primo sguardo, e con lei e il fratello avvia una serie di affari, arrivando a collaborare anche con Filippo De Silva. Giuseppe Foglia noto come Pino U' Cannuni, interpretato da Riccardo De Filippis (stagioni 4-5), è il luogotenente dei fratelli Dante e Armando Mezzanotte e a lui vengono affidate numerose azioni criminali, in particolar modo i due tentati omicidi a Rosy Abate. Grazie a Vincent Truebla, ex compagno di Rosy Abate, ottiene la nuova identità di Hector Lopez svolgendo così un'attività parallela a quella di Crisalide che lo porta a salvare la vita a Calcaterra e a essere in pericolo di vita. Cifalà, interpretato da Gaetano Aronica (stagioni 2-3), è l'avvocato della famiglia Abate per la quale gestisce anche gli affari e funge da mediatore per il suo assistito Montero. Lara Colombo, interpretata da Ana Caterina Morariu (stagioni 5-7), è il vicequestore aggiunto dell'Antimafia di Catania e appare all'inizio della quinta stagione quando, durante un'operazione sotto copertura, salva Calcaterra dalla botola in cui è rinchiuso. Milla Milika, interpretato da Majlinda Agaj (stagione 8), è una mercenaria e in passato ha partecipato a varie missioni in Kosovo. Presto fa amicizia con la Mares con la quale va a cena la sera in cui viene ritrovato a casa della donna il cadavere del suo informatore. Si scoprirà essere il padre di Filippo De Silva; rimane un mistero se nell'ultima puntata di Squadra antimafia - Il ritorno del Boss sia stato ucciso dal figlio. Entrambi sono interpretati da, Francesco Vaccaro "il farmacista", interpretato da, Marco e Sandrino Moretti, interpretati da, Pescivendoli confidenti dei Ragno, interpretati da, Madre superiora di Rosy Abate, interpretata da, Medico dell'ospedale di Catania che si occupa del recupero di Calcaterra e infine del suo ricovero nell'ospedale psichiatrico, interpretato da, Vittorio Micheli, interpretato da Luciano Miele (stagione 7 ep. Ha lavorato sul campo con il vicequestore aggiunto Daniele Sanna, la cui collaborazione ha portato all'arresto del boss Provenzano. Ivan Di Meo, interpretato da Claudio Gioè (stagioni 1-2), è un vicequestore aggiunto della Squadra mobile di polizia di Palermo. Partecipa al summit nel quale perde la vita Ettore e infine viene arrestato dalla Duomo sotto gli occhi della madre. In seguito quest'ultima, chiamerà Veronica e Spagnardi, proponendogli un affare: la chiave dell'archivio di Crisalide in cambio di un milione di euro. Si scopre poi che è il fratello di Ilaria e il cugino di Rosy Abate, alla quale ha fatto rubare dalla sorella il cd di nomi di politici implicati nella mafia, ricca fonte di denaro. Tindaro Marchese, interpretato da Giuseppe Lanino (stagione 8), è un boss che collabora inizialmente con Saverio Torrisi per la vendita dell’uranio ma viene arrestato anzitempo dalla Duomo. In seguito si allea con i Corda perché ha perso tutto ma alla fine della stagione viene uccisa da Settembrini mentre tenta di scappare dal covo. Rosario Manzella, interpretato da Salvatore Lazzaro (stagione 3), è il reggente della famiglia Manzella a Palermo dopo che Claudia Mares nella seconda stagione era riuscita ad arrestare Alfio Manzella (Domenico Centamore) che tornava dalla Svizzera nel corso dell'operazione che voleva portare Rosy in Sicilia i 7 miliardi di Lipari. Gigante ha una vita privata alle spalle molto travagliata a causa della sofferenza di sua moglie, che sostiene di non avere più un marito al suo fianco dato che, per fare parte della Duomo, egli ha lasciato Roma da ormai diverso tempo e si è stabilito a Palermo per continuare il suo lavoro. Viene ucciso da Veronica Colombo per poter prendere il comando di Crisalide assieme a Spagnardi. Successivamente, durante un summit con i Pesce e i messicani, organizzato dallo stesso "stregone" che gli ha promesso un futuro glorioso, rimane ucciso dalla Duomo durante un'irruzione, nel tentativo di far da scudo a sua sorella Rachele. Rosario Manzella con il ritorno di Rosy dalla Colombia cerca in tutti i modi di bloccarla facendo uccidere i suoi uomini e la figlia di Don Ruggero ma, per decisione della Commissione riunitasi dopo 20 anni, gli vengono tolti dei territori e dati a Rosy Abate. Dante, guarito, va di nascosto a liberare Rosy dall'ospedale giudiziario, ma la mafiosa, ancora sotto shock, non vuole essere portata via e gli chiede soltanto di vendicare suo figlio con l'aiuto di Don Oreste Ferro, un vecchio amico di suo padre. Originario di Milano, è un ragioniere nonché un esperto informatico ma anche un valido poliziotto d'azione sul campo. È il mandante dell'omicidio dei genitori di Rosy Abate. Rosalia "Rosy" Abate, interpretata da Giulia Michelini (stagioni 1-6, ricorrente 7, guest 8), soprannominata la Regina di Palermo, è la giovane esponente di un clan mafioso che, dopo la morte del marito e dei fratelli, è costretta a prendere in mano le redini degli affari. Si accendono i riflettori su Hot Club. Nella sesta serie, lasciata Anna dopo aver perso il bambino, Sandro incomincia a fare l'infiltrato nel carcere per ingraziarsi don Carmine Spinone. Ma nel bancale non c'è tracce di uranio. Ma è anche soprattutto un poliziotto coraggioso, disposto a mettere costantemente a rischio la propria vita in nome della giustizia. Il vero motivo del sequestro della giovane Ferretti in realtà è il padre della ragazza: Filippo De Silva. Continua a leggere Il meglio dei film porno solo su Hot Club. Francesca Leoni, interpretata da Greta Scarano (stagioni 4-6, st. 7 ep. Avvertito dai medici che Lara non si sveglierà dal coma, le mette l'anello al dito, dichiarandola, in solitudine, sua moglie. Resasi complice dell'omicidio di Gerlando Marchese, Patrizia incomincia a capire che in realtà Mazzeo, presentatosi a lei come "Giovanni Reitani", è un uomo violento e spietato. Negli episodi finali dell'ottava stagione, infatti, scopre di essere la nipote di Rosy Abate, figlia illegittima di Nardo Abate e di Assunta Bertinelli. Vito Sciuto, interpretato da Dino Abbrescia (stagioni 5-8), è l'ispettore capo di Catania presente a partire dalla quinta stagione con Lara Colombo. Mentre il fratello è considerato uno spietato, lui è quello intelligente, furbo e pacato. Nella sesta stagione deve pensare a bloccare Crisalide, un'organizzazione occulta operante all'interno delle istituzioni che fa affari con la mafia, ritrovando il nemico di un tempo Filippo De Silva. In the first four seasons, set in Palermo, we are told the story of the struggle between the state and the Mafia through the events of the deputy superintendent of police, Claudia Mares, head of anti-mafia squad of Palermo, and Rosy Abate, a young woman tied to a mafia clan, linked by a tragic past that has brought them together. Sandro Pietrangeli detto Pietra, interpretato da Giordano De Plano (stagioni 2-7), originario di Roma e con un passato alla Narcotici, è il nuovo ispettore della Duomo a partire dalla seconda stagione. Diviso tra la sua relazione, contorta ma autentica, con Claudia Mares e la finzione con Rosy Abate, sorella di Nardo, è protagonista di una guerra di sangue che alla fine porterà alla sua morte per mano della stessa Abate. Aiuta Rosy di ritorno dalla Colombia e l'aiuta nei suoi affari con Vito Portanova e nella guerra contro i Manzella che gli ha ucciso la figlia con il pretesto di uccidere lui però. Scoperta nella malefatta da Vito, rinnega il suo amore e si unisce a Saro e ai Corvo nella vita da latitanti mafiosi. È protagonista anche nell'ottava stagione in cui entra in azione insieme agli altri colleghi della Duomo fino all'operazione finale. Nella terza stagione dà alla luce un figlio, Leonardino, figlio di Ivan Di Meo, infiltrato della Duomo, nonché compagno di Claudia Mares, dalla stessa Rosy ucciso con un colpo di pistola davanti a Claudia. Salva Sara grazie proprio a De Silva, la Ferretti depone in aula contro Saverio Torrisi. Entrambi sono interpretati da, Colonnello dei Carabinieri che ha fatto arrestare Calcaterra, interpretato da, Uomo di Basile ucciso dai Ragno nel covo di Giarre, interpretato da, Uomo di Trapani e interlocutore con l'americano (stagione 1) - Michele Marino, consigliere regionale membro di Crisalide e fedele alla linea di Mantia fino al cambio con Spagnardi e Veronica Colombo. Veronica Colombo, interpretata da Valentina Carnelutti (stagioni 5-7), è la sorella maggiore del vicequestore della squadra antimafia di Catania Lara Colombo e il sindaco di Baia D'angelo. Rachele Ragno, interpretata da Francesca Valtorta (stagioni 6-8), è la sorella minore di Nicola ed Ettore molto arrogante e anche lei collabora con i fratelli e i cugini. Il capo dell'ASI racconta alla Duomo che Mantia, discendente del duca di Catania, è stato collaboratore del disciolto SISDE e reclutatore di De Silva; sarebbe morto durante un'operazione in Medio Oriente ma proprio lì avrebbe gettato le basi di Crisalide. Col passare del tempo, il piccolo Filippo diventa qualcuno entrando nei Servizi segreti come semplice agente. A questo punto il giudice Ferretti decide di proporre uno scambio a Veronica pur di liberarsi di quel pesante e pericoloso fardello: 1 milione di euro (per rifarsi una vita con la figlia) in cambio della chiave. Tratta con Blanca Truebla la "Lista Greco" per due milioni ma viene ucciso da un uomo della Truebla, che scappa con la lista. Alla fine della puntata, grazie a Calcaterra, le squadre della Duomo e dei servizi segreti capeggiate dall'agente Manetti in una raffineria riescono ad arrestare il talebano Ismail Massoud, altri afghani, Dante Mezzanotte, Rosy e Ilaria Abate. I rifiuti vengono depositati sotto un terreno dove si sarebbe dovuto costruire un parco acquatico ma Claudia Mares scopre tutto e lui per poco non la uccide seppellendola viva in una buca. Si scoprià viva e con una nuova identità nello spin-off di Squadra antimafia, Rosy Abate - La serie, dove tornerà a vestire i panni della Regina di Palermo per ritrovare il figlio Leonardo, realmente mai assassinato. Contro i Ragno si scontrerà Don Basile e incomincerà una guerra contro Crisalide. Ha una relazione clandestina con la cugina Rachele. Viene fatto alloggiare in una villa sul mare ma De Silva, sulla cui auto è stato installato un ricevitore GPS, porta i poliziotti dritti alla villa dove l'agente dei servizi segreti viene arrestato mentre Lipari viene ucciso da Claudia Mares nel conflitto a fuoco. Sua madre non vuole che prende la stessa strada del fratello e dei cugini ma lui pur di farsi accettare dalla famiglia collaborerà con loro ma capisce troppo tardi che aveva ragione la madre. Riuscito a evadere, viene tradito da Rosy Abate che, collaborando con la Duomo, lo fa arrestare nuovamente in cambio della propria immunità di collaboratore. Nel corso della settima stagione, sostituita dal vicequestore Tempofosco nella direzione della sua squadra, convinta della colpevolezza del magistrato Ada Ferretti collusa con la mafia e poco fiduciosa nelle capacità del collega, lo pedina sino a una chiesa isolata in cui si deve incontrare proprio con Ada e, nel corso di un attacco mafioso, organizzato proprio da sua sorella Veronica per rapire la Ferretti, viene colpita nel tentativo di far da scudo al collega con un colpo di pistola all'addome, esploso dall'arma di Giovanni Spagnardi, compagno della sorella Veronica. E, dopo questo Torrisi viene ucciso dalla stessa Rachele perché lei voleva uccidere De Silva per vendicare la sua famiglia. Nella terza stagione aiuta Rosy nella sua resa alla polizia, non più in veste ufficiale da avvocato poiché radiato dall'albo. Nardo si rifugia in campagna in una tenuta di cinghiali dove ritrova Ivan Di Meo, passato secondo lui dalla sua parte. Voce principale: Squadra antimafia - Palermo oggi. Synopsis. Dopo un periodo di cattività, Patrizia decide di fuggire, traendo in inganno la sua guardia alla porta. Questo però si salva ancora una volta, raggiunge e attacca l'ambulanza che sta trasportando De Silva e Calcaterra in ospedale ma rimane ucciso nel parapiglia con i due all'interno della vettura. Ha una moglie. Insieme ai suoi uomini, al nipote e a Veronica Colombo viene ucciso da De Silva che libera Ada Ferretti, giudice rapita dai Maglio proprio perché in possesso della chiave. È sempre pronto e abile a servirsi della menzogna, senza destare il minimo sospetto nella persona che gli sta di fronte. Racconta inoltre di detenere la chiave di Crisalide, rubata a Spagnardi in preda al timore che il suo nome sia all'interno dell'archivio dell'organizzazione. Durante le indagini sul clan degli Abate cercherà di rintracciare l'assassino del padre giornalista ucciso venti anni prima dal killer Daniele Pinna, che riuscirà infine a uccidere durante un summit su una nave. Nella terza stagione, durante un'operazione con la Mares per convincere la testimone Francesca Diamante a collaborare, muore a causa delle ferite riportate in uno scontro a fuoco con De Silva e Portanova. Guido Mantia, interpretato da Paolo Graziosi (stagione 6), è il capo assoluto della cellula segreta denominata Crisalide di cui fa parte anche l'ex agente dei servizi segreti Filippo De Silva. Lascia la Duomo alla fine della prima stagione. Stefano Lauria, interpretato da Massimo Poggio (guest stagione 1), è il primo vicequestore aggiunto della Duomo di Palermo prima dell'arrivo di Claudia Mares con la quale aveva una relazione. È l'esatto contrario di suo fratello Dante: mentre Dante è tranquillo e ragionevole, Armando è violento e impulsivo e per raggiungere i suoi scopi, non vede altra strada che non sia la violenza. Ada Ferretti, interpretata da Marta Zoffoli (stagioni 6-7), comincia a collaborare con la squadra nella sesta stagione in occasione del processo per l'omicidio di Leonardino Di Meo, figlio di Rosy e di Ivan Di Meo, è un giudice rigido, inflessibile, fedele alle regole, che non fa sconti a nessuno, tanto da destare inizialmente diffidenza nella squadra. Mentre Don Oreste cerca di riacquisire una posizione nella commissione mafiosa con Dante al suo fianco, uno scontro a fuoco uccide tutti i membri della riunione e ferisce gravemente Dante che, con le ultime forze, armato di due pistole, va a prelevare Rosy dalla casa di cura e la porta via con un'ambulanza rubata. Qui riesce a liberarsi dalle manette, a mettere in salvo la figlia e a gettare Spagnardi nelle fiamme. Dopo un inseguimento sui tetti della sua casa, minaccia di far esplodere una bomba a mano. Ha una relazione clandestina con il cugino Angelino. Contrario alle idee e alle azioni di Claudia Mares, ne ostacola spesso e volentieri il lavoro estromettendola dai casi o addirittura sospendendola dal servizio di vicequestore, assecondando così anche l'aspirante capo Calcaterra nella terza stagione. È membro del CdA della Little Bank e capo del consorzio per la realizzazione del gasdotto tra Italia e Kazakistan. Viene ucciso dalla polizia durante un conflitto a fuoco sacrificando la propria vita come diversivo per consentire a Rosy di fuggire con il figlio. Onesta e leale, Rosalia è un poliziotto dalle indiscutibili qualità professionali, gode di assoluta stima da parte della sua squadra. Nella sezione Premio Luigi de Laurentiis spicca il nome del presidente Kim Rossi Stuart, presente ma fuori concorso con il suo film Tommaso alla Mostra Varie star e 20 film sono approdati al Festival di Venezia Premiata come miglior prova maschile quella di Oscar Martinez, attore argentino che ha recitato in El Ciudadano Ilustre. Con quest'ultima inizierà una relazione, durante la quale la Mares aspetterà una bambina che non vedrà mai la luce in quanto rimane uccisa nel corso di un attentato. Nell'ottava stagione si scopre che De Silva in realtà si chiama Leone Mazzeo, figlio di Ulisse Mazzeo e di Maria Scibona. Fiamma Rigosi, interpretata da Alice Palazzi (stagioni 2-3), agente della Duomo arrivata nella seconda stagione. Those advertisers use tracking technologies soueces collect information about your activity on our sites and applications and across the Internet and your other apps and devices. Fallita la vendetta e morto Spagnardi, viene arrestata dalla Duomo. https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Squadra_antimafia_–_Palermo_oggi&oldid=984280767, Articles to be expanded from September 2011, Culture articles needing translation from Italian Wikipedia, Creative Commons Attribution-ShareAlike License. In affari anche con Calcaterra, infiltrato tra le file dei mafiosi in cerca di Veronica, viene a sapere da De Silva che Domenico, che ha ormai una storia passionale con sua sorella Rachele, è un infiltrato. E così cerca di aiutarla ma in tribunale per il processo di Rosy Abate deve intervenire per fermare le intemperanze e le accuse dall'avvocato Monreale (Francesco Foti), difensore di Rosy Abate, per difenderla dall'accusa di aver fornito l'eroina al suo informatore e non riesce ad accusare Rosy Abate di omicidio e associazione mafiosa. Giano Settembrini, interpretato da Davide Iacopini (stagione 8), è un ispettore capo della Narcotici dai modi spicci e pratici, su cui è stata gettata addosso l'ombra del corrotto. Scopri sulla guida di TV Sorrisi e Canzoni tutte le informazioni sulla stagione 5 di Squadra Antimafia: episodi, curiosità e altro ancora. Luca Serino, interpretato da Francesco Mandelli (stagioni 2-3, guest 4), è il nuovo ispettore alla Duomo arrivato nella seconda serie. All'arrivo della polizia i due riescono a nascondersi e riescono ad arrivare al carico. Viene ucciso da Michele Catena in uno scontro a fuoco sulla spiaggia della Playa nel tentativo di recuperare il figlio di Rosy Abate. Nella quarta serie viene ferito da Calcaterra in uno scontro a fuoco al matrimonio di Dante Mezzanotte e Ilaria Abate per coprirne la fuga. Dopo aver scoperto che quest'ultimo trama alle loro spalle decide di ucciderlo ma viene anticipato dall'ex agente segreto che gli spara per primo uccidendolo. Tra questi spicca il nome del camorrista Vito Portanova, con il quale ha una relazione amorosa terminata con la morte di Vito che si sacrifica per consentirle la fuga. È responsabile di vari omicidi e tentati omicidi e nel corso delle otto stagioni si allea via via con i vari clan e con la stessa Rosy ma, pur essendo un individuo senza scrupoli, riesce ad evitare una strage di mafia, sventando con l'aiuto di Calcaterra un attentato dinamotardo in una piazza di Catania. Ha poi una relazione con Rosy Abate. Nonostante all'apparenza sia perennemente nervoso, è un simpaticone e ha sempre la battuta pronta. 7), uomo di Achille Ferro ucciso in un cantiere dopo il rapimento di Guido Leoni, Capo della polizia montenegrina che aiuta Calcaterra nel blitz a casa di Africanietz, interpretato da, Moglie del corriere dei gioielli, interpretata da, Strozzino ucciso dai Ragno, interpretato da, Vittima dello strozzino dei Ragno, interpretata da, Killer kosovaro che muore per un incidente innescato da Fiamma (stagione 2) - Goran Jovic, trafficante d'armi internazionale e uomo di De Silva in Croazia. Poi muore. Innamoratosi della sorella dell'architetto ucciso dalla mafia, Nunzia, arriva troppo tardi nella sua casa e, dopo uno scontro a fuoco coi mafiosi Achille Ferro e Catena, la trova morta per impiccagione. Rosy resta ad accarezzargli il viso piangendo per qualche minuto. Sconvolta dal dolore, dopo poco tempo Francesca inizia una relazione con il collega Gaetano Palladino, da tempo innamorato di lei. Nello spin-off si scopre che non ha ucciso Leonardo Abate. Nel conflitto però Tindaro rimane ucciso. Il suo operato, non sempre ligio alle regole, la porta ad avere un rapporto conflittuale con il questore Licata e la induce a intrattenere un rapporto ambiguo anche con la mafiosa Rosy Abate, sua amica/nemica, cui principalmente dà la caccia. Apparentemente irreprensibile, è in realtà in affari con Ruggero Spina, con il quale ha una storia d'amore. Scoperto che il padre è ricercato dagli uomini di Achille Ferro per ucciderlo, cade in depressione e, nella sesta stagione, lascia Palladino non provando più niente per lui. Alfio Corvo, interpretato da Pino Caruso (stagione 7), è il boss che accoglie Rachele Ragno (fratello minore del boss deceduto Francesco Corvo, marito di Assunta Bertinelli) e che è in lotta con i Maglio. Patrizia Fiorelli, interpretata da Caterina Shulha (stagione 8), è una lap dancer in uno strip club di Roma. Da una breve relazione con la giudice Ada Ferretti ha una figlia, Sara, che appare nel corso della settima e ottava stagione. Torrisi decide così di collaborare con il PM Fabbri partendo dal comitato agricolo. Muore poche ore più tardi in ospedale, dopo che il compagno Pietrangeli le ha messo al dito l'anello con cui la sera prima l'aveva chiesta in sposa. La missione riesce perfettamente e i due poi torturano Tindaro per sapere il luogo in cui il carico di uranio sarebbe arrivato a Catania. Sul set di Suburra, il suo nuovo film, stava per finire tra le fiamme. Viene ucciso da De Silva con un colpo di pistola alla testa, durante un incontro proprio con quest'ultimo e Mizio Portanova, il fratello minore di Vito. This page was last edited on 19 October 2020, at 07:14. Ulisse Mazzeo, conosciuto inizialmente come Giovanni Reitani, interpretato da Ennio Fantastichini (stagione 8), è un mafioso tornato dall'Africa in Italia dopo 40 anni, di cui 30 passati in galera negli Stati Uniti. Riconoscere le responsabilità della sorella è per Lara difficile inizialmente ma, convinta dalle continue prove che l'accusano, è in prima fila al suo arresto sull'Etna alla fine della quinta stagione. Dopo aver lasciato la fidanzata troppo oppressiva, nella terza stagione inizia una storia con Fiamma Rigosi. Durante un incontro celato con la donna, che vuole rivelargli scomode verità, viene pedinato da Lara Colombo e, in uno scontro a fuoco con Spagnardi, intervenuta sul posto per rapire la Ferretti, si vede salva la vita grazie a Lara che gli fa da scudo col suo corpo morendo. Soprannominato anche lo Stregone per la sua bravura e freddezza, cerca sempre di fare del suo meglio per manipolare le persone e sfruttarle per i propri scopi. Pietrangeli ricompare come guest nella seconda stagione dello spin-off Rosy Abate - La serie: rintracciato dall'ispettore Luca Bonaccorso, rivela che il vero padre di Leonardo Abate è il vicequestore aggiunto Ivan Di Meo e nel finale si rivede al matrimonio del figlio di Rosy insieme a Licata per comunicare la notizia che la domanda per entrare nella Polizia di Leonardo è stata accettata.

squadra antimafia 5 personaggi

Giornata Mondiale Dei Cugini, Tiziana Foschi Morta, Hotel 5 Stelle Costiera Sorrentina, Immunologia E Allergologia, Giove, Nettuno E Plutone Si Dividono Il Mondo, Sellia Marina Mare Inquinato, Ristoranti Vomero Con Vista, La Profezia Di Michea, 16 Luglio San Carmine,