ed alle vedove, io dico che egli è bene per loro di starsene come [me ne sto] ancor io; le ragioni le dirà più oltre quando parlerà delle fanciulle. Questo succede anche nella vita. L'unico divorzio possibile (infatti i cattolici, forzando la lettura dei In questa prima parte dell'epistola, l'unica cui è possibile attribuire con ciclone. //-->, Nuova Riveduta Anche chiedere perdono è confessare al Signore la nostra temerarietà, cecità, poca sapienza che riversiamo su tutto e su tutti quando perdiamo la luce serena di Gesù e rimaniamo nei nostri pensieri. vs 9: le cose di cui parla (che non salgono al cuore dell'uomo) sono quelle della sapienza di Dio, mentre ieri Gesù rimproverava i discepoli perchè nel loro cuore salivano ragionamenti non frutto della sapienza di Dio. Paolo qui descrive semplicemente cosa succede. Nessuno è esente, tutta la chiesa di Corinto è coinvolta in questa diatriba forse fatta nel nome di una risposta più radicale al vangelo, secondo diversi "tagli" della predicazione. ss.). Riconoscerlo è la cosa che conta. Questo si vedrà bene nei cap 11 e 12. Così come mi sembrava molto importante il rapporto tra la nuzialità, l’esercizio della sessualità e la preghiera, perchè è vero che la preghiera èla via più alta della celebrazione nuziale della nostra comunione con Dio. - Il primo versetto ("Perciò, o miei cari, fuggite l'idolatria") è praticamente il titolo del brano di oggi. Se la scienza diventa potere, è motivo di oppressione. Non cercar moglie. 7 Vorrei che tutti fossero come me; ma ciascuno riceve da Dio il proprio dono, chi in un modo, chi in un altro. - La fede e la carità hanno legato per sempre cielo e terra. - Anzitutto, segnaliamo tre attenzioni speciali: 1) la presenza di don Marcello (Chiesa di Usokami) ci ricorda che il tema e il dramma della carità emergono di più là dove la vita è ridotta alle sue linee più essenziali; 2) l'arrivo fra noi di Ferdinando Magni dal Brasile, che si inquadra benissimo in questo tema; 3) la preoccupazione per un fratello, che è tentato di allontanarsi dal mistero della carità. quando Paolo predicava usando la "resurrezione di Cristo" come argomento Per cui poi dopo ho spinto meno su quel “ma”, perchè in realtà dato un elemento fondamentale, poi tutti devono correre secondo quella che è la volontà di Dio. Così non si può dire che la carità sia al servizio del matrimonio, ma bisogna dire che il matrimonio è al servizio della carità. scrivere un racconto di "apparizione del risorto". - "santificati" espressione piuttosto rara, si trova in 1 Cor 6,11 "...siete stati lavati, santificati, giustificati...": ricorda il Battesimo. Nessuno può assumere la sapienza della croce come regola applicabile una volta per sempre, ma si vivrà sempre la sapienza di Dio come dono di salvezza su tutte le nostre sconfitte. E' Dio che ha il suo carattere, che vuole e non vuole. Il traduttore è stato un po' meno deciso dell'apostolo. e proprio dell'eucaristia sia stato separato da quello dell'agape serale - La lode del silenzio delle donne è una cosa bella; l'imperativo "tacciano, perchè non è loro permesso parlare" (vs 34) lascia però un po' perplessi. Offre conforti e gioie che, per quanto passeggere, devono muover il cuore a riconoscenza. Altrimenti facciamo un cattivo servizio per chi è attorno a noi. Quando lo riceviamo come Padre noi riceviamo tutto (vedi la domanda di Filippo nel vangelo di oggi). Anche l'unicità di Gesù è data dal fatto che attraverso di lui possiamo ricevere in Padre. comportamento assolutamente coerente. Invocare Gesù ci rende santi e ci unisce. Nel vangelo si parla di pietra ribaltata: anche nella nostra vita si vedono pietre ribaltate. Vuol dire che Gesù dà la vita, ma è anche creatore di vita. Se Paolo dicesse: "imitate me", non sarebbe cosa buona; ma imitare lui (il fratello) perchè imita Cristo va bene. ecc., ma non poteva certo imporre la continenza o l'astinenza. Nessuna ragione di buon senso. smesso di essere "nazareni" o non erano mai diventati "cristiani", stanchi di Affidiamoci a Lei per chiedere una vita semplice e mite che ci renda luoghi adatti alla seminagione della parola di Dio. “tolto di mezzo” : ‘potato’ direbbe il Vangelo di Giovanni per aprire una prospettiva di salvezza per il colpevole che non potrà salvarsi se non sarà consegnato a Satana. La non appartenenza è un segno di prostituzione, non certo di libertà. 35 È un consiglio paterno che Paolo dà e gli preme che sia considerato come un semplice parere, non come un obbligo. 10 Sezione B 1Corinzi 7:10-24 IL DOVERE DEI CONIUGATI. - E' bello il vs 15: ciascuno può riconoscere la verità. d) il matrimonio è, fìnchè dura lo stato attuale, la condizione normale dell'uomo e della donna; la condizione a cui li chiama la loro stessa costituzione fisiologica e morale, le cui inclinazioni non sono, per se stesse, peccaminose. Altre fedi hanno descrizioni molto particolareggiate. La fede e la speranza finiranno quando noi capiremo e vedremo, ma la carità non finirà perchè è il rapporto che Dio ha instaurato con noi. Il miracolo dell'amore di Dio si fa pane della nostra vita perchè noi abbiamo la forza di proseguire in Lui. && vers!="Nuova+Diodati" && vers!="Bibbia+della+Gioia" && vers!="Riveduta" && vers!="Diodati")) Il tempo si è fatto breve. Corinto era Quindi è L'importanza della resurrezione è per l'oggi. Chiediamo al Signore di compiere la purificazione dei nostri cuori, e affidiamogli tutto quello che in questo momento desideriamo porre alla sua attenzione. Tutti, monaci e sposi, siamo invitati a vivere sapendo di questa urgenza, che deve causare in noi una maggiore tensione al Signore. Si può rifiutare, ma se appena la si accetta un poco, non è possibile non prendere atto che tutto cambia, che tutto è spazio di una creazione nuova. creduloni, superstiziosi e rozzi materialisti, e fa passare i pagani per L'idolo esiste nel cuore di chi l'adora. Questo fa venire in mente Gv 4, 20-24 quando il Signore dice alla Samaritana che l'adorazione di Dio non è più un problema di luogo, ma di "spirito e verità". E come se questa grande esortazione avesse come scopo il vivere bene la festa di domenica. Nel vs 17 si parla di peccati; la parola peccato è solo qui e nel vs 3. Dobbiamo essere più contenti di Lui, allora saremo anche più contenti di noi e degli altri. 21-4-97 1 Corinti 4, 14-21; Gv 14, 8-14 (Giovanni- Ritiro Sovere), - Sentiamo grande riconoscenza per il testo della lettera ai Corinti che apre oggi i nostri giorni di preghiera. Scrivendo ai Tessalonicesi, Paolo sottolinea la fatica della carità, come qui sottolinea la fatica della grazia di Dio in noi. 7,21-22 è molto eloquente quanto scrive. Chiediamo perdono per tutte le volte che non abbiamo voluto riconoscere la presenza del Signore negli altri e non abbiamo permesso che lo Spirito da noi la manifestasse ad altri. collegio dopo la morte del Cristo: di certo Pietro assunse un ruolo di comando, - vs 8: notare come l'effetto di quello che Paolo ha fatto (ha perseguitato la chiesa) lo mette stabilmente nella condizione di non essere degno. Su questo è tassativo, anche perché lo smacco di Atene ancora gli brucia: vuota" e preferì invece sostenere che il Cristo risorto fu visto da singoli seguire nelle riunioni liturgiche, l'uso equo dei carismi, la questione della E’ un’ unione a Cristo che il matrimonio celebra. Il Giudeo non ha da rinnegar il segno della sua connessione nazionale e religiosa col popolo da Dio eletto. Il bene dell’amore coniugale. Il Salmo 15, 9-10 dice: "Di questo gioisce il mio cuore, esulta la mia anima; anche il mio corpo riposa al sicuro, perchè non abbandonerai la mia vita nel sepolcro, né lascierai che il tuo santo veda la corruzione". La regola dice che i voti sono un'umile risposta al dono che solo Dio può dare. Forse con l'eccezione della manifestazione della profezia (14, 24) che può manifestare i segreti del cuore nell'assemblea dei fedeli. - C'è esigenza di un'unità che raccoglie tutto, tutto l'essere, l'agire, i pensieri, i sentimenti, la volontà. Invece il testo vuole esprimere un'azione di Dio: i santi portano questo nome non perchè sono stati bravi, ma perchè sono stati santificati da Dio, cioè hanno ricevuto in pienezza il dono di Dio. Ogni forma di appartenenza non rinnovata dall'annuncio evangelico, rischia di essere carnale. Se eri schiavo e sei diventato cristiano, sei già tanto meno, si può esserlo nei confronti della propria resurrezione finale. Quindi non si tratta di concreto/astratto, ma di un segno che il Signore ci consente di scambiarci, appunto come segno di un qualcosa di più grande che è la carità. Di questo capitolo … - Tenere conto che poteva essere un peccato non avvertito data la loro provenienza pagana. - vs 19: contiene un insegnamento importante. Una volta era ovvio legare la verginità al Battesimo dopo di ché anche sul piano educativo era più facile capire che quindi non è che uno scegliesse la verginità o il matrimonio. 8 Ai non sposati e alle vedove dico: è cosa buona per loro rimanere come sono io; 9 ma se non sanno dominarsi, si sposino: è meglio sposarsi che bruciare. Così Paolo oggi celebra sia l'incarnazione che la passione di Cristo. Ed è sempre così. Il Signore ci vuole così bene che non può permettere che il suo santo veda la corruzione. La resurrezione di Gesù nel suo corpo é il grande avvenimento che ha cambiato tutte le cose. sembra, si discuteva anche molto animatamente. In questi giorni il Signore fa emergere sempre più dalle scritture la persona di Gesù, la sua opera in mezzo a noi. proprio perché nessuna di queste, nonostante gli alti livelli della loro In Ebrei 1:1 si legge che Dio ci ha parlato in questa fine dei giorni nel suo Figlio». Questi doni sono "relazioni" con altri. Non c'è relazione al mondo che abbia un tal potere di nobilitare, di elevare... E d'altra parte non c'è relazione terrestre capace come questa di far naufragare, di rovinare l'anima. Ognuno accusi il suo peccato, senza accusare il fratello, perchè questo è l'inizio della giustificazione del male. La sua prima accusa : rigonfiano di orgoglio invece di rattristarsi. mantico, di eccitazione coribantica e di frenesia mistica, che i teologi Non si tratta solo di iniziativa. comunità di Gerusalemme, ma questo sarà argomento della lettera successiva. In At 19,6 viene detto che dopo aver battezzato a Efeso dodici pagani, Paolo Qualunque norma o precetto che il Signore dà è perchè si possa crescere nel dono di rimanere in Lui. Anche per Maddalena la resurrezione di Cristo è una pietra ribaltata, e un non sapere. - Gesù é stato consegnato ai sommi sacerdoti (Satana?) Abbiamo sempre in noi una riserva che ci impedisce di accogliere il dono. Resta però il fatto che nessun documento del Questa tensione/determinazione è molto bene espressa dalla Madonna: tutta la sua vita è un'unificazione sempre più forte col suo figlio. cieli. contro gli altri. Per la ricchezza della intercessione di questi piccoli, affidiamoci con pace alla misericordia di Dio. versNR=1; Bisogna anche ricordare che non è questo il testo della teologia delle nozze, ma Ef 5. Le parole di oggi ci richiamano infatti alla necessità di operare sempre nella carità. E' l'atto creativo di Dio che ci permette di rinnovare la nostra realtà di fratelli. C'è una forza interna nella comunità cristiana: il rapporto con i fratelli è speciale, perchè tra di noi c'è di mezzo Gesù. L'annuncio ha lo stesso effetto dell'apparizione: anche noi passiamo dalla morte alla vita. Forse ci si può orientare verso altri brani in cui è chiaro che è il Signore che agisce attraverso lo Spirito. Questo è evidente se consideriamo il piccolo Luca: la sua importanza non sta nel fatto che è bravo, in quanto non può esserlo, ma nel fatto che in lui c'è in modo evidente il segno della presenza del Signore. Da soli non si può far nulla. - Degli idoli parla anche Sapienza, dove dice che ce ne sono molti anche se non esistono. Una liberazione definitiva solo nell'aldilà. Nel resto del testo, per descrivere la loro situazione ferita in contrasto alla situazione di grandezza dei Corinti, utilizza i verbi della passione del Signore. "Se lo mantenete" verbo forte che indica un'azione che ci viene chiesta: quest'annuncio non si deve allontanare, lo dobbiamo tenere stretto per tutta la giornata. Oggi Dio è assente, e viene messa in evidenza l'opera fondamentale che ha fatto l'apostolo: mettere nei cuori il fondamento giusto, che è Gesù. stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua." - vs 26: "Quando vi radunate ". - Colpisce la dimensione del saluto, che va da tutte le chiese dell'Asia fino alla singola casa dei fratelli, all'uno o all'altro di loro e copre tutti i rapporti. "Noi stolti,...voi sapienti": se si è dentro alla sapienza vera, si appare stolti al mondo. 6-5-97 1 Corinti 9, 1-12; Gv 16, 25-33 (Giovanni), Rinunciare ai diritti per non creare intralcio al Vangelo. le sue preoccupazioni fossero fondate. immatura, ancorché condizionata da tempi storici alquanto drammatici (quali La vita secondo le nozze è regalata e richiesta ad ogni figlio di Dio. restio a usarla in questa maniera, di non aver battezzato nessuno a Corinto, ad non può essere: Cristo risorto. - vs 1: Paolo, dicendo "i nostri padri" ai Corinti che non sono Ebrei vuole sottolineare che la storia della salvezza Dio l'ha concepita per tutti. Salvo il caso raro di professioni cattive in sè (esemp. tante comunità che ha fondato, tra cui appunto Corinto. (6,7). E' un richiamo forte alla nostra vita. s=s+""; 39La moglie è vincolata per tutto il tempo in cui vive il marito; ma se il marito muore è libera di sposare chi vuole, purché ciò avvenga nel Signore. - vs 11-12 riprendono la Genesi dove la stessa creazione dell'uomo è presentata in due modi. Nelle scritture di oggi c'è una conferma preziosa di questo. C'è anche in Efesini quando, con riferimento al matrimonio, parla dell'amore di Cristo per la chiesa. Qui deve essere intervenuta una mano Dal brano di oggi del vangelo si vede invece che coloro che preferiscono la gloria del mondo non sono liberati, ma rimangono nella paura. Questo è decisivo anche rispetto ad altre fedi. «Ma noi aspettiamo, secondo le sue promesse, dei nuovi cieli ed una nuova terra, ove abita giustizia» 2Pietro 3:10-13; Apocalisse 21. terrene come si conviene a chi aspetta prossima la venuta del Signore. I coniugi cristiani devono fare quanto da lor dipende, per mantenere intatto il vincolo matrimoniale, ed in genere, i Cristiani devono perseverare nella vocazione terrestre in cui erano prima della conversione. Il vangelo è possibile perchè Gesù è un uomo nuovo, ma reale. La prospettiva è quella di una gioiosità infinita. accetti di restare schiavo, potrai più facilmente convertire il tuo padrone". Il vs 3 ("grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo"): più che un desiderio o un augurio, esprime l'azione rinnovatrice del dono di Dio. g) il matrimonio può rinnovarsi quando la morte di uno dei coniugi od il divorzio per cagione di adulterio siano venuti ad annullare una precedente unione. L'osservanza dei comandamenti è finalizzata al rimanere nel Signore. La certezza della prossima venuta del Signore e l'incertezza del giorno e del l'ora di quell'avvenimento, devono esercitare un'influenza moderatrice e santificante sull'intiera vita terrestre di tutti i cristiani. google_ad_client = "pub-1911108298391583"; Non solo Paolo si definisce apostolo, ma anche i destinatari sono "dedicati" al Signore. Or, questo io dico per il vostro proprio vantaggio, non già per gettarvi addosso un laccio. diventato la principale fucina della rassegnazione mondiale. Anche nel rapporto di coppia, se non c'è la sottomissione della donna e la donazione della vita dell'uomo, la condizione è sbagliata. Il capitolo 9 è interamente autobiografico. Il testo è disposto in modo che si avrebbe a tradurre: «Chi è ammogliato è preoccupato, ecc... ed è diviso internamente. Gallione conosceva bene gli ebrei e quando vide, in quel frangente, che alcuni greci - Il brano va letto in continuazione con l'ultimo vs di ieri. Ci si può chiedere anche se solo la vergine si possa santificare nel corpo e nello spirito. Il capitolo si può dividere in tre sezioni: A) In 1Corinzi 7:1-9 l'Apostolo dichiara che l'astinenza da ogni commercio carnale, per quanto sia bella in sè stessa, non si può consigliare se non a quei celibi che hanno il dono della continenza, ed in via eccezionale, ai coniugi che vogliono attendere per un tempo a preghiere speciali. - La storia di Israele è un "tipo" che riguarda tutti, quindi anche noi oggi (vs 6 e 11). tanto più rendeva la liberazione ultraterrena una nuova forma di schiavitù. - Stiamo avvicinandoci alla fine della lettera, e oggi riceviamo una indicazione conclusiva che riprende alcuni grandi temi trattati in precedenza. La nostra vita è piena di distrazioni, superficialità, cedimenti agli idoli dell'orgoglio, dell'angoscia, della vanità. - Va ancora sottolineato che tutto, anche le cose più piccole, serve per amare e fare amare il Signore. 27Ti trovi legato a una donna? le disposizioni sull'abbigliamento femminile che Paolo aveva preteso sin vi credono, non devono tuttavia farlo in presenza di chi ritiene, in coscienza, preghiere, Matta El Meskin, Chiediamo perdono per aver voluto giudicare il disegno di Dio nei nostri fratelli, o addirittura imporre un nostro disegno. E' una situazione pericolosa perchè l'abitudine diventa "natura". Più e dei vangeli, Risorto o Scomparso? Non ci bastano le memorie delle scritture, dobbiamo invocare lo Spirito Santo perchè ci faccia essere più vicino a Gesù. Quello indicato oggi è il sentiero di Dio che si fa povero. solo si rifiutò di fare autocritica, ma si arrivò anche a ipotizzare che Quelli che non hanno bisogno sono tenuti ugualmente nel corpo. Mentre l'istinto umano porta ad usare il vangelo per ottenere altre cose, Paolo è libero da qualsiasi ulteriorità. Li sgrida non perchè non si vogliono bene, ma perchè non si decidono a prendere una posizione giusta di fronte al mistero di Dio. Saggio romanzato di psicopolitica sulle guarigioni Lo chiediamo, consapevoli che ogni nostro peccato è un peccato contro Dio, è dimenticanza delle "benedizioni" (come dice il Deuteronomio) che Dio ci dà. E' un problema interessante e delicato. Parafrasandolo è come se - La prima parola del brano di oggi lo collega al testo precedente dove confutava la tesi di chi non crede alla resurrezione. Paolo oggi cerca di dirci che puoi tenerti la tua libertà fin che puoi (si può mangiare tutto, ricevere tutto come regalo di Dio, rendere grazie a Dio per tutto), ma se c'è uno che pone la domanda sulle carni, allora Paolo suggerisce di sacrificare il tuo rapporto con Dio a favore del rapporto col fratello. - E' interessante vedere come Paolo manifesti in modo chiaro le sue intenzioni e progetti, e poi però lasci sempre aperta la possibilità che il Signore decida in modo diverso (vs 4, 6, 12). sulla testa per timore che, non facendolo, si sentissero accusate di atteggiamenti eticamente By using our services, you agree to our use of cookies. politico rivoluzionario, i suoi seguaci, per continuare a tenerle in piedi, si Quindi appare ancora più forte l'affermazione della indifferenza dell'essere in una situazione o in un'altra. Ma se qualcuno vi dicesse: "E' carne immolata Lo schiavo deve rimanere schiavo, e approfittare di questa sua situazione particolare per cogliere la grazia speciale ad essa associata. remains the Magna Charta of the civilization of love. Lascia perplessi anche l'ipotesi che chi è nel matrimonio trovi più distrazioni e difficoltà di chi non è sposato. Quello che "occorre" quindi, anche al non credente, è ricevere la profezia, che lo può portare alla conversione. - vs 22: in Atti 10, Pietro vede che lo Spirito Santo scende su chi ancora non ha ricevuto il battesimo, e tutti parlano in lingue prima ancora di essere credenti. [testo emend. Nel brano di oggi racconta infatti il suo rapporto con Gesù mentre lo Spirito lo spingeva a chiamare quelli che nel nome di Dio dovevano essere salvati. Siamo servi di Cristo e dispensatori della parola di Dio. Si può semmai dire che inizia dalla legge per terminare nel Signore. google_color_text = "FFFFFF"; In Corinto, colonia romana, c'erano molti schiavi emancipati o liberti: la chiesa ne doveva contare non pochi ed il linguaggio dell'Apostolo aveva in quell'ambiente una speciale efficacia. Il piangere è legittimo. Santi cioè santificati, capaci di giudicare gli angeli. Noi siamo qui perchè abbiamo bisogno di essere salvati, perchè siamo impari davanti ai compiti che ci sono stati assegnati. - vs 26: Paolo chiede di guardare la chiamata, e di considerare che essa è collegata alla stoltezza. Si definisce qui che la chiamata globale di tutti é la verginità: essere il corpo per il S.: relazione di tutti a motivo della resurrezione di Cristo. Perchè non ci sia idolatria, bisogna che ci sia carità. Poi tornate insieme, perché Satana non vi tenti mediante la vostra incontinenza. Questo è piuttosto un parlare in lingue. sacramentale, di commemorazione della morte di Gesù. Peraltro il fatto stesso che il redattore dica di "lodare" i Corinzi (11,2), Nessuna ragione di buon senso. Questa sottomissione fa vedere che, nella nostra obbedienza al mistero del Signore, non c'è niente che ci asservisce, ma siamo partecipi della Sua signoria su tutto. A volte siamo scandalizzati dalla nostra mediocrità; eppure la nostra vita è stata adornata della bellezza e bontà del Signore al di là della nostra risposta. catastrofico. all'istituzione dell'eucaristia, ai comportamenti delle donne cristiane, all'uso massimo potrebbe leggerlo privatamente, oppure allo scopo di contestarlo e tiene a ripeterlo, a scanso di ogni malinteso. lotta armata. Questo è il criterio di giudizio per ogni nostro comportamento. s=s+"